Previsioni Pil ancora in ribasso. Ma Monti e Grilli rassicurano.

bancarotta

Il Prodotto Interno Lordo (Pil) Italiano nel secondo trimestre ha fatto registrare il peggior risultato dal 2009. L’Istituto di statistica (ISTAT), ha infatti rivisto in ribasso il Pil che scende dello 0,8% ispetto al trimestre precedente e del 2,6% sul secondo trimestre 2011 rispetto alla stima preliminare che indicava un calo congiunturale dello 0,7% e su base annua del 2,5%.

I settori più penalizzati risultano essere l’agricoltura (-1,9%) e l’industria (-1,6%), seguite da un calo nei servizi dello -0,5%. Aumenta la spesa della pubblica amministrazione (+0,2%), mentre cala quella delle famiglie, – 1%. E’ stato stimato un drastico calo circa -10% dell’acquisti dei beni durevoli (come auto, vestiti, ecca )causa dell diminuzione dei consumi delle famiglie.

L’Italia con questi risultati risulta essere la peggiore tra le grandi economie del pianeta: il Pil degli Stati Uniti e della Germania nel secondo trimestre sono incrementati rispettivamente dello 0,4% e dello 0,3% mentre risulta stazionare quello della Francia.

Vittorio Grilli

Vittorio Grilli

Nonostante la catastrofe dell’economia italiana, il premier Monti e il Ministro Grilli sembrano sicuri che la situazione migliorerà. Il presidente del consiglio infatti ha ribadito che sarà necessario ridurre velocemente il debito ma si è detto certo che l’Italia tornerà a crescere già dal 2013. Anche il Ministro dell’economia è sicuro che non saranno necessari altri interventi correttivi come una patrimoniale. Inoltre,  – spiega il ministro – gran parte delle misure correttive di bilancio sono già ‘sistemate’ e “aggiustate per il ciclo”. “Nell’attuale contesto l’Italia non ha bisogno di far ricorso all’assistenza della Bce sotto forma di acquisto di bond.

 

Fonti:

Istat: calo del Pil del 2,6%, il più basso dal 2009 Monti: «L’Italia tornerà a crescere nel 2013» – Corriere.it.

Pil: Monti, nel 2013 Italia tornera’ a crescere – Economia – ANSA.it.

About altrimondi

Dott. S.Aboudan